Pontia daplidice

Foto: L. Dapporto

Foto: L. Dapporto

Si discute ancora se questa specie debba essere separata in Pontia daplidice (presente dalla Spagna fino alla Liguria, in Serdegna e Corsica) e Pontia edusa (diffusa dalla penisola italiana al resto dell’Europa, compresa quindi l’Isola d’Elba). La larva si nutre di svariate Crucifere. La femmina si distingue dal maschio per le aree scure più estese sulla pagina superiore delle ali.

Vola dall’inizio della primavera all’autunno successivo in due o tre generazioni. Abbastanza frequente lungo il santuario.

Link utili per questa specie:
www.leps.it