Pyronia cecilia

Foto: O. Casnati

Foto: O. Casnati

A prima vista Pyronia cecilia e Pyronia tithonus appaiono molto simili. Ad un esame attento però si scoporono molte differenze. Entrambe  preferiscono aree cespugliose al confine di boschi e prati, ma P. cecilia preferisce luoghi leggermente più caldi e la sua distribuzione va dal Nord Africa a tutta l’Europa meridionale senza però valicare le Alpi al contrario di P. tithonus. Nell’Arcipelago si trova all’Elba, al Giglio, a Capraia e a Pianosa e le popolazioni di queste isole sono estremamente simili a quelle della Sardegna e della Corsica. La larva si nutre di molte graminacee. Il maschio si riconosce per la presenza di macchie androconiali.

Vola in una sola generazione da giugno a luglio. E’ abbastanza comune sui pratelli del santuario.

Link utili per questa specie:
www.leps.it