Issoria lathonia

Foto: E. Balocchi

Foto: E. Balocchi

Specie inconfondibile per le bellissime aree argentate presenti sulle ali posteriori.  Il particolare aspetto madreperlaceo di queste macchie (presenti in misura ridotta anche in altri Ninfalidi) è dovuto alla sovrapposizione di scaglie trasparenti che producono un effetto argenteo simile a quello dei rotoli di pellicola da cucina. Grande volatrice, questa farfalla molto adattabile è comune in Europa dal livello del mare alle vette delle montagne. Il bruco si nutre di numerose specie di viola. Nell’Arcipelago Toscano è segnalata all’Isola d’Elba al Giglio.

Ha tre generazioni annue e l’adulto vola da marzo a ottobre. Molto comune lungo il santuario, specialmente nelle aree aperte della pineta.

Link utili per questa specie:
www.leps.it